Torta pasqualina

E’ una torta, solitamente salata, tipica della Liguria (più precisamente del Genovesato) che viene preparata anche in altre località d’Italia con caratteristiche differenti (talvolta anche in versione dolce).

350 g di pasta sfoglia
500 g di spinaci
250 g di ricotta
100 g di grana grattugiato
6 uova
1 tuorlo
sale
pepe
Mondate e lavate le biete e sbollentatele in acqua salata. Scolatele con cura e tritatele finemente con un coltello. In una terrina riunite le biete, la ricotta, due uova, il grana grattugiato, una presa di sale e una macinata di pepe. Rassodate le rimanenti uova facendole cuocere per circa 8 minuti, quindi sgusciatele e tenetele da parte.
Prelevate un poco di pasta sfoglia e tenetela da parte per la decorazione; stendete la rimanente in due dischi e con il primo foderate uno stampo a cerniera rivestito di carta da forno. Farcite la torta con il composto di biete e formaggio; praticate nella farcia quattro fossette e adagiatevi le uova sode. Coprite con il secondo disco di sfoglia e sigillate bene i bordi.
Stendete la pasta sfoglia conservata e ricavatene, a piacere, dei motivi decorativi che disporrete sulla superficie della torta. Spennellate con il tuorlo d’uovo leggermente sbattuto con un poco di acqua e passate in forno a 190 °C per 45 minuti.
Servite in tavola la torta pasqualina su un piatto da portata, ancora tiepida.